Per la rassegna de “I Venerdì del Botta” il 7 aprile alle ore 15:00 presso l’auditorium “Giovanni Getto” del Liceo “Carlo Botta” (Ivrea, C.so Re Umberto 37)radiotower, introdotto da Giorgio Marchetti, Piero Galeotti, ordinario di Fisica Sperimentale all’Università di Torino, parlerà sul del tema: “L’uomo e il cosmo, da Talete al bosone di Higgs”.

Nato a Torino nel 1942, è laureato in Fisica all’Università di Torino nel 1965. Ha svolto attività didattica e di ricerca all’Università di Torino, al CNR e all’INFN; è professore ordinario di Fisica Sperimentale all’Universitá di Torino, dove ha tenuto corsi di Fisica, Astrofisica, Fisica Sperimentale e Probabilità e Statistica. E’ associato a: Cern (Centro Europeo Ricerche Nucleari), Infn (Istituto Nazionale di Fisica Nucleare), Inaf (Istituto Nazionale di Astrofisica); è membro di International Astronomical Union (IAU), Società Astronomica Italiana (SAIt), Società Italiana di Fisica (SIF). La sua attività scientifica è svolta nel campo della fisica astroparticellare, in particolare lo studio della radiazione cosmica a terra, sottoterra o dallo spazio. Da molti anni svolge ricerche di astrofisica neutrinica (prima nel laboratorio del Monte Bianco e ora in quello del Gran Sasso) per studiare le fasi evolutive finali di stelle che possono esplodere come supernove, un’ esplosione verificatasi nel 1987. Altre sue ricerche riguardano lo studio dei raggi cosmici di altissima energia dalla Stazione Spaziale Internazionale (ISS) e in alta quota montana. E’ autore di alcuni libri e di numerose pubblicazioni scientifiche, la maggior parte su riviste internazionali o in atti di congressi internazionali. Ha tenuto relazioni su invito a congressi nazionali e internazionali e seminari in Università e Istituti di ricerca italiani e stranieri. Si occupa di divulgazione scientifica e di aggiornamento per insegnanti e studenti di scuole primarie e superiori. E’ Vice-Presidente del Planetario di Torino e Consulente Editoriale del mensile di cultura astronomica “Le stelle”. In riconoscimento della sua attività di ricerca, didattica e divulgativa l’Unione Astronomica Internazionale ha attribuito il suo nome al pianetino JR134 (20451) scoperto il 15 maggio 1999.

FD

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...